PRILAGIN*CREMA GIN 78G 2%+APPL

SOFAR SpA
PRILAGIN*CREMA GIN 78G 2%+APPL


Descrizione:

AVVERTENZE
L'uso di preservativi o diaframmi in lattice durante il trattamento con preparazioni vaginali antinfettive puo' diminuire l'efficacia dei contraccettivi in lattice. Pertanto Prilagin non deve essere usato contemporaneamente a preservativi o diaframmi in lattice.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Antinfettivi ed antisettici ginecologici.
CONSERVAZIONE
Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.
CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita' al principio attivo, ad altri derivati dell'imidazoloo ad uno qualsiasi degli eccipienti.
DENOMINAZIONE
PRILAGIN
ECCIPIENTI
Soluzione vaginale: glicole propilenico, acido lattico, fenossetolo eundecilenoil (5) OE p-ossibenzoati, alcool ricinoleilico (40) OE, acqua depurata. Capsule vaginali da 400 mg: olio di paraffina, vaselina bianca, gelatina, glicerina, biossido di titanio, etil p-idrossibenzoatodi sodio, propil p-idrossibenzoato di sodio. Capsule vaginali da 1200mg: olio di paraffina, vaselina bianca, leticina di soia, gelatina, glicerina, biossido di titanio, etil p-idrossibenzoato di sodio, propilp-idrossibenzoato di sodio. Crema ginecologica: palmitostearato di etilenglicole e di polietilenglicole, gliceridi poliossietilenati glicolisati, paraffina liquida, butilidrossianisolo, acido benzoico, acqua depurata.
EFFETTI INDESIDERATI
Nelle prime settimane di terapia con miconazolo, possono insorgere disturbi quali: bruciore ed irritazione vaginale, crampi pelvici, raramente eruzioni cutanee e cefalea. La segnalazione delle reazioni avversesospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.
GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
In caso di gravidanza il prodotto deve essere usato soltanto in caso di effettiva necessita' e sotto controllo medico.
INDICAZIONI
Soluzione vaginale: coadiuvante nella terapia delle infezioni vulvo-vaginali da Candida, anche se sovrainfetta da germi Gram-positivi; puo'essere impiegata anche dopo altra terapia topica o per os, allo scopodi ridurre il rischio di recidive. Capsule vaginali, crema ginecologica: infezioni vulvo-vaginali da Candida. Per la sua azione antibatterica sui batteri Gram-positivi, il farmaco puo' essere impiegato per il trattamento delle micosi con superinfezioni da parte di tali microrganismi. Esercita generalmente un'azione rapida sul prurito che accompagnaspesso le infezioni provocate da dermatofiti e da Candida e cio' ancor prima della comparsa dell'azione curativa.
INTERAZIONI
Non sono stati effettuati studi d'interazione.
POSOLOGIA
Soluzione vaginale: al mattino applicare la lavanda in vagina utilizzando l'intero flacone. Le applicazioni quotidiane possono prolungarsi agiudizio del medico, oltre i normali 5-6 giorni di terapia. Capsule vaginali da 400 mg: per 3 giorni introdurre profondamente una capsula in vagina la sera prima di coricarsi. Capsule vaginali da 1200 mg: introdurre profondamente una capsula in vagina, la sera prima di coricarsi. Il trattamento puo' essere ripetuto in caso di recidive. Se la sintomatologia e' particolarmente florida e nelle pazienti incinte, dato lapresenza del fattore predisponente (gravidanza), e' consigliabile prescrivere fin dall'inizio 2 giorni con le capsule da 1200mg. Il trattamento completo dovra' essere praticato anche in corso di scomparsa molto rapida dei sintomi della malattia e verra' proseguito anche duranteil periodo mestruale. Crema ginecologica: introdurre una volta al giorno, profondamente in vagina, la sera prima di coricarsi, il contenutodell'applicatore (5g di crema). Il trattamento deve essere proseguitoper almeno 10 giorni, anche se prurito e leucorrea sono gia' scomparsi. In caso di mancato effetto e' opportuno ripetere gli accertamenti microbiologici per confermare la diagnosi.
PRINCIPI ATTIVI
Miconazolo.

codice: 025904069

In caso di promozioni, il prezzo barrato corrisponde a quello presente in farmacia.

Il nostro consiglio