DIGESTIONE LATTOSIO 20CPR

EQUILIBRA Srl
DIGESTIONE LATTOSIO 20CPR


Descrizione:

Equilibra

DIGESTIONE Lattosio
Descrizione
Integratore alimentare a base dell’enzima lattasi, formulato nella dose utile per migliorare la digestione del lattosio nei soggetti che lo mal digeriscono.
Alcune persone possono presentare una scarsa tolleranza al latte e suoi derivati per una non sufficiente quantità dell’enzima lattasi fisiologicamente presente nell’organismo.
Il lattosio oltre ad essere presente nel latte ed alcuni suoi derivati, può essere presente anche in altri alimenti, ove non specificatamente indicato naturalmente privo di lattosio.

Ingredienti
Agenti di carica: cellulosa, fosfati di calcio; betagalattosidasi, agenti antiagglomeranti: sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio; stabilizzante: carbossimetilcellulosa sodica reticolata.
Senza glutine.
Naturalmente privo di lattosio.

Caratteristiche nutrizionali
Contenuti medi per dose
(1 compressa)
Beta-galattosidasi - lattasi 4500 ALU*
*ALU: unità di attività enzimatica secondo FCC (Food Chemicals Codex).

Modalità d'uso
Assumere 1 compressa accompagnata da un bicchiere d'acqua prima del pasto principale oppure ad ogni pasto contenente lattosio.

Avvertenze
Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di uno stile di vita sano.
Poiché la tolleranza al lattosio è variabile, è opportuno chiedere consiglio circa il ruolo di tale sostanza nella propria dieta.

Conservazione
Conservare in luogo fresco e asciutto al riparo dalla luce, dall’umidità e da fonti dirette di calore.
Il periodo di validità si riferisce al prodotto in confezione integra, correttamente conservato.
Validità a confezionamento integro: 24 mesi.

Formato
Confezione da 20 compresse.
Peso netto 3 g.

Cod. DGL

codice: 976906089

codice ean: 8000137003426

In caso di promozioni, il prezzo barrato corrisponde a quello presente in farmacia.

Il nostro consiglio